La bella e lunga storia del “Brera” di Novara

Masterclass di Eleonora Buratto
7 Agosto 2018
Intermezzo sulla prestigiosa rivista Musica
3 Ottobre 2018

Vuoi conoscere la storia del Civico Istituto Musicale Brera di Novara? Sul sito dell’istituzione conoscerai  le vicissitudini che hanno fatto del Brera – nato nel 1858 – uno dei pilastri  della vita musicale e delle attività sociali della città piemontese. Il “Brera”, che porta il nome del benefattore che lo nominò erede universale nel 1866, ha avuto come suo primo direttore Carlo Coccia e tra i personaggi che vi hanno transitato musicisti come Marco Enrico Bossi, che nel 1819 inaugurò il magnifico organo dell’Auditorium con un concerto. L’edificio che ancora oggi lo ospita è un esemplare modello di Liberty della città di Novara: le decorazioni floreali e vegetali e soprattutto il ricorrente motivo della lira, ne fanno un’oasi di eleganza e di quiete, per di più circondata da un incantevole giardino: le condizioni ideali per studiare e fare musica.

Un altro punto di forza dell’Istituto è la Biblioteca, una delle più importanti del Piemonte. Uno scrigno per musicologi e musicisti che qui possono consultare concerti manoscritti di Cimarosa e Pergolesi, ma anche il fondo degli autografi di Carlo Coccia, altre pagine autografe di Saverio Mercadante, musiche manoscritte o stampate, a volte in edizioni rare di grandissimo pregio. Una Biblioteca che ha segnato e arricchito la vita musicale di Novara, aiutandola a definirsi.

Intermezzo ringrazia il “Brera” per l’ospitalità in occasione della masterclass che Eleonora Buratto terrà dal 26 al 28 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Buy now